I cookie ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalità d'uso dei cookie.

Confederazione dell'Industria Manifatturiera Italiana e dell'Impresa Privata

  • Garanzia Giovani: protocollo d’intesa tra Ministero del Lavoro, ANPAL e Confimi Industria

    notizie

    Garanzia Giovani: protocollo d’intesa tra Ministero del Lavoro, ANPAL e Confimi Industria
    Un protocollo d’intesa per favorire l’occupazione giovanile nell’ambito di Garanzia Giovani è stato siglato dal Ministero del Lavoro, l’ANPAL e Confimi Industria

    Leggi tutto

  • Detrazione Iva: apertura dell'Agenzia delle entrate ai principi Ue

    notizie

    Detrazione Iva: apertura dell'Agenzia delle entrate ai principi Ue
    Dopo un lungo silenzio si è sbilanciata, finalmente, anche l'Agenzia delle Entrate, con la circolare n. 1/E del 17/01/2018, e l’ha fatto nel migliore dei modi al momento possibili ossia riconoscendo che il "dies a quo" (termine di decorrenza iniziale) è legato alla doppia condizione sostanziale (esigibilità) e formale (possesso/ricezione fattura) come sostenuto nella denuncia ANC-Confimi presentata lo scorso maggio alla Commissione UE. Fugato altresì qualsiasi possibile dubbio sulla percorribilità della dichiarazione integrativa a favore.

    Leggi tutto

  • Adempimenti, serve una tregua

    Notizie

    Adempimenti, serve una tregua
    Confimi Industria e ANC fanno il punto dopo la vicenda relativa all’allargamento massiccio dello split payment da cui emergono paradossi che le due parti ritengono offensivi

    Leggi tutto

  • Metalmeccanici Confimi: Socrate misura post Jobs Act

    Categorie

    Metalmeccanici Confimi: Socrate misura post Jobs Act
    Il Presidente di Confimi Industria Meccanica Chini dichiara: "contratto all’avanguardia, rilanciate le relazioni tra le imprese e i sindacati".

    Leggi tutto

  • Tribunale Brevetti, Agnelli scrive a Calenda

    Notizie

    Tribunale Brevetti, Agnelli scrive a Calenda
    Confimi Industria torna ad occuparsi di Tribunale unico dei Brevetti e lo fa con una lettera firmata dal presidente Paolo Agnelli indirizzata al Ministro Calenda: “All’Italia la terza sede del Tribunale unico dei Brevetti, è ora di essere protagonisti”.

    Leggi tutto

  • Manovrina, beffe e complicazioni vanno a braccetto

    Dai Territori

    Manovrina, beffe e complicazioni vanno a braccetto
    Lorenzin sulla Manovrina: "Provvedimento sanguisuga dove beffe e complicazioni vanno ancora una volta a braccetto".

    Leggi tutto

Confimi Industria Alimentare
Categorie

Confimi Industria Alimentare

La nuova sezione di Confimi Industria Alimentare. Un mondo di informazioni e servizi per le industrie agroalimentari italiane.

Comunicati Stampa
Notizie

Comunicati Stampa

I comunicati stampa della nostra Confederazione

Le nostre sedi
dai territori

Le nostre sedi

Le sedi territoriali di Confimi Industria

Confimi Industria partecipa al Workshop “Industria 4.0 e Digital Manufacturing”

Confimi Industria partecipa al Workshop “Industria 4.0 e Digital Manufacturing” che si è riunito nell’ambito del convegno “Digital Italy Summit 2017” che si è svolto a Roma.
Domenico Galia, presidente di Confimi Industria Digitale e delegato all’Innovazione, affiancato dall’Avv. Silvana Marcotulli, esperta in gestione della Proprietà Industriale e dal Dott. Roberto Salgarelli esperto in diritto societario e strategia d’azienda, ha partecipato al Convegno “Digital Italy Summit 2017” organizzato da The Innovation Group, che si è svolto a Roma il 13, 14 e 15 novembre 2017. 
I lavori hanno preso il via lunedì 13 novembre presso la Sala della Protomoteca in Campidoglio, per poi proseguire nelle due giornate del 14 e 15 novembre presso il Centro Congressi Roma Eventi Fontana di Trevi, nel corso dei quali sono intervenuti esponenti di rilievo della Pubblica Amministrazione e Amministratori Delegati delle principali aziende italiane del settore digitale.
La mattina del 14 novembre è stata dedicata alla sessione plenaria mentre nel pomeriggio i partecipanti si sono riuniti nei seguenti Workshop e Tavoli di Lavoro:
WS1: PA Il Piano Strategico Triennale Top Down  e Bottom Up
WS2: Industria 4.0 e Digital Manufacturing
TL1: A che punto siamo e come possiamo ulteriormente favorire lo sviluppo delle infrastrutture e delle piattaforme digitali?
TL2: Come l’economia e la tecnologia dei dati possono accelerare la crescita digitale delle imprese e la qualità dell’azione di Governo e della PA nel nostro Paese?
TL3: Come Ri-allineare il Sistema dell’Education, della Formazione e del Technology Transfer al ritmo dell’Innovazione Tecnologica?
TL4: Innovazione sociale in un nuovo Welfare: Come ridistribuire il valore dei dati?
Le proposte formulate dai due Workshop e dai quattro Tavoli di Lavoro sono state presentate e discusse il 15 novembre in sessione plenaria, e da queste è emerso che l’Italia è un paese particolarmente complesso dal punto di vista produttivo ed economico, con differenze locali marcate e un tessuto industriale in cui le aziende piccole e medie giocano un ruolo importante. Questi elementi, che hanno contribuito allo sviluppo di distretti di eccellenza negli ambiti produttivi più diversi, hanno al tempo stesso determinato significative differenze nei ritmi di adozione delle tecnologie digitali più avanzate. La digitalizzazione resta però un obiettivo imprescindibile per garantire la crescita del Paese: per poterlo raggiungere è necessario coinvolgere tutte le componenti produttive e sociali, dalle aziende alle pubbliche amministrazioni, dall’università alla politica, sviluppando una roadmap concreta che tenga conto delle peculiarità dell’Ecosistema Italia.

Ai partecipanti è stato distribuito il Rapporto annuale Digital Italy Summit 2017 e, a tal proposito, il Dott. Roberto Masiero, Presidente di The Innovation Group, ha così commentato: “Il digitale è l’elemento chiave per rimettere in moto il nostro Paese, le sue imprese e i suoi territori, sulla base della loro vocazione identitaria e, per dare impulso allo sviluppo dell’Italia, è quindi necessario definire una strategia digitale di ampio respiro ma al tempo stesso concreta, che tenga conto delle peculiarità italiane e le valorizzi”.