I cookie ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalità d'uso dei cookie.

Confederazione dell'Industria Manifatturiera Italiana e dell'Impresa Privata

La Commissione Agricoltura della Camera licenzia la proposta normativa per la valorizzazione e la promozione del consumo di prodotti del territorio. 

Si accinge ad essere calendarizzata nei lavori parlamentari della prossima settimana della Camera dei Deputati la proposta di legge sulla “filiera corta” ed il “chilometro zero o utile”. La Commissione Agricoltura di Montecitorio, infatti, ha dato il via libera alla norma nata dall’esigenza di fornire maggiori informazioni ai consumatori che sempre più costantemente prediligono i prodotti locali e che, di conseguenza, mira a sostenere le economie locali.

Un terzo (32%) delle 1.814 sostanze chimiche commercializzate a grande diffusione in Europa dal 2010 potrebbe non essere a norma di legge. A rendere pubblica questa statistica è l’Environmental European Bureau (Eeb) sulla base di uno studio triennale dell’Istituto federale tedesco per la valutazione del rischio (Bfr) e dell’Agenzia tedesca dell’ambiente (Uba). Secondo l’Eeb, le industrie produttrici non hanno fornito dati a norma di regolamento sull’impatto ambientale e sulla salute.

Il rapporto ‘BeAware’ censisce per la prima volta le iniziative a garanzia dei diritti dei lavoratori nella filiera dell’ortofrutta. 

Lo sfruttamento dei lavoratori in agricoltura prosegue, inesorabile. In Europa – Spagna e Italia, in cima alla lista – non da meno nei Paesi in Via di Sviluppo. L’alternativa però esiste, come mostra il rapporto ‘BeAware – Best Practices against Work Exploitation‘ (Buone pratiche contro lo sfruttamento in agricoltura). 

La ricerca – presentata a Roma il 3.10.18 – è promossa dal ‘Milan Center for Food Law and Policy’, l’osservatorio sul diritto al cibo, nato con Expo Milano 2015 e presieduto da Livia Pomodoro, già presidente del Tribunale per i minori di Milano. 

Anche la birra artigianale avrà il suo marchio di certificazione. A proporlo Unionbirrai, l’associazione di categoria dei birrifici indipendenti italiani. Obiettivo è tutelare chi davvero produce birra in maniera artigianale. Tra le caratteristiche per ottenere la certificazione è quello che i birrifici richiedenti non dovranno superare i 200mila ettolitri di produzione sulla base della normativa vigente che definisce la birra artigianale. L’associazione fa sapere che il marchio rilasciato da Unionbirrai potrà essere anche revocato in caso di abusi o violazioni a seguito di controlli e verifiche di conformità.

Il Ministro delle politiche agricole alimentari, forestali e del turismo Gian Marco Centinaio ha partecipato in Lussemburgo al Consiglio europeo dei Ministri dell'Agricoltura e della Pesca. Tra i punti in discussione: la proposta di decisione del Consiglio che autorizza la Commissione a firmare l'accordo di libero scambio (FTA) tra UE e Singapore e la proposta di decisione del Consiglio che autorizza la Commissione all'accordo per la protezione degli investimenti (IPA) sempre tra UE e Singapore.

  • LA LEGGE SUL “CHILOMETRO ZERO O UTILE” E LA “FILIERA CORTA” PRONTA AD APPRODARE IN AULA A MONTECITORIO

    La Commissione Agricoltura della Camera licenzia la proposta normativa per la valorizzazione e la promozione del consumo di prodotti del territorio. 

    Si accinge ad essere calendarizzata nei lavori parlamentari della prossima settimana della Camera dei Deputati la proposta di legge sulla “filiera corta” ed il “chilometro zero o utile”. La Commissione Agricoltura di Montecitorio, infatti, ha dato il via libera alla norma nata dall’esigenza di fornire maggiori informazioni ai consumatori che sempre più costantemente prediligono i prodotti locali e che, di conseguenza, mira a sostenere le economie locali.

    Leggi tutto

  • SOSTANZE CHIMICHE, 1 SU 3 IN EUROPA NON CONFORME ALLA NORMATIVA

    Un terzo (32%) delle 1.814 sostanze chimiche commercializzate a grande diffusione in Europa dal 2010 potrebbe non essere a norma di legge. A rendere pubblica questa statistica è l’Environmental European Bureau (Eeb) sulla base di uno studio triennale dell’Istituto federale tedesco per la valutazione del rischio (Bfr) e dell’Agenzia tedesca dell’ambiente (Uba). Secondo l’Eeb, le industrie produttrici non hanno fornito dati a norma di regolamento sull’impatto ambientale e sulla salute.

    Leggi tutto

  • BEAWARE, ORTOFRUTTA SENZA SFRUTTARE

    Il rapporto ‘BeAware’ censisce per la prima volta le iniziative a garanzia dei diritti dei lavoratori nella filiera dell’ortofrutta. 

    Lo sfruttamento dei lavoratori in agricoltura prosegue, inesorabile. In Europa – Spagna e Italia, in cima alla lista – non da meno nei Paesi in Via di Sviluppo. L’alternativa però esiste, come mostra il rapporto ‘BeAware – Best Practices against Work Exploitation‘ (Buone pratiche contro lo sfruttamento in agricoltura). 

    La ricerca – presentata a Roma il 3.10.18 – è promossa dal ‘Milan Center for Food Law and Policy’, l’osservatorio sul diritto al cibo, nato con Expo Milano 2015 e presieduto da Livia Pomodoro, già presidente del Tribunale per i minori di Milano. 

    Leggi tutto

  • ARRIVA IL MARCHIO CHE CERTIFICA LA BIRRA ARTIGIANALE

    Anche la birra artigianale avrà il suo marchio di certificazione. A proporlo Unionbirrai, l’associazione di categoria dei birrifici indipendenti italiani. Obiettivo è tutelare chi davvero produce birra in maniera artigianale. Tra le caratteristiche per ottenere la certificazione è quello che i birrifici richiedenti non dovranno superare i 200mila ettolitri di produzione sulla base della normativa vigente che definisce la birra artigianale. L’associazione fa sapere che il marchio rilasciato da Unionbirrai potrà essere anche revocato in caso di abusi o violazioni a seguito di controlli e verifiche di conformità.

    Leggi tutto

  • CENTINAIO: "BATTAGLIA PER ASSICURARE MASSIMA TUTELA ALLE NOSTRE INDICAZIONI GEOGRAFICHE

    Il Ministro delle politiche agricole alimentari, forestali e del turismo Gian Marco Centinaio ha partecipato in Lussemburgo al Consiglio europeo dei Ministri dell'Agricoltura e della Pesca. Tra i punti in discussione: la proposta di decisione del Consiglio che autorizza la Commissione a firmare l'accordo di libero scambio (FTA) tra UE e Singapore e la proposta di decisione del Consiglio che autorizza la Commissione all'accordo per la protezione degli investimenti (IPA) sempre tra UE e Singapore.

    Leggi tutto

  • TBOXCHAIN, SMASCHERARE FALSE RECENSIONI NEL FOOD

    TBoxChain, una giovane start-up,   ha messo a punto un nuovo metodo per smascherare le false recensioni dei consumatori online. Queste le parole degli “inventori” lucani:

    Leggi tutto