I cookie ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalità d'uso dei cookie.

Confederazione dell'Industria Manifatturiera Italiana e dell'Impresa Privata

La cucina italiana è la seconda a livello globale dopo quella cinese (13% di quota di mercato) e il volume d’affari generato è pari a 209 miliardi di euro. Questo dice la ricerca sulla ristorazione italiana nel mondo commissionata da ALMA e sviluppata da Deloitte.

Eccone i dati principali: - Il mercato della ristorazione mondiale ha raggiunto un valore 210 miliardi euro nel 2016, con l’area Asia-Pacific che copre il 46% del totale ed il canale Full-Service Restaurant (ristoranti con servizio più o meno formale al tavolo) che pesa per il 52%. I canali distributivi in maggiore crescita sono quelli dello Street Food e Quick Service Restaurant (ristoranti di bassa/media qualità con assenza di servizio al tavolo), rispettivamente +6,1% e +5,3% di tasso annuo di crescita composto 2011-2016 (ndr da ora abbreviato nella sigla inglese di CAGR). 

L'organizzazione europea IPIFF (Piattaforma Internazionale degli insetti come alimento e mangime) ha pubblicato un documento di guida che aiuta i produttori di insetti a preparare  le domande di richiesta  di autorizzazione degli insetti come novel food. Con la nuova legislazione sui novel food (Regolamento 2015/2283), gli insetti prodotti per il consumo umano in Europa devono essere autorizzati dalle istituzioni europee, 

È indubbio che il caffè sia tra le bevande più amate e bevuto dagli italiani. Ma nella patria dell’espresso come si articolano i consumi? A svelarlo ci pensa Coffee Monitor, il primo focus dell’Osservatorio Social Monitoring di Nomisma La survey, condotta su un campione di oltre 1.000 consumatori, fornisce numerose suggestioni sulle modalità di scelta e di consumo caffè.In primis, emerge un consumo abitualedella bevanda (95%del target di riferimento), con l’espresso scelto dal 93% dei consumatori.Residuale la percentuale di chi predilige il caffè americano, orzo o altre tipologie di caffè (7%). Le motivazioni del successo dell’espresso?E’ presto detto: il 58%di chi lo beve lo fa per trovare la ‘carica’necessaria ad affrontare la giornata. 

Se le mele sono il frutto più consumato, al secondo posto vi sono le arance, mentre tra gli ortaggi preferiti dagli italiani salgono sul podio nell’ordine le patate, i pomodori e le insalate/indivie. L’andamento positivo dei consumi è spinto soprattutto allepreferenze alimentari dei giovani che fanno sempre più attenzione al benessere a tavola. Il risultato è che l’ortofrutta è la principale voce di spesa degli italiani per un importo di 102,33 euro a famigliapari al 23% del totale mensile.

  • La ristorazione italiana nel mondo

    La cucina italiana è la seconda a livello globale dopo quella cinese (13% di quota di mercato) e il volume d’affari generato è pari a 209 miliardi di euro. Questo dice la ricerca sulla ristorazione italiana nel mondo commissionata da ALMA e sviluppata da Deloitte.

    Eccone i dati principali: - Il mercato della ristorazione mondiale ha raggiunto un valore 210 miliardi euro nel 2016, con l’area Asia-Pacific che copre il 46% del totale ed il canale Full-Service Restaurant (ristoranti con servizio più o meno formale al tavolo) che pesa per il 52%. I canali distributivi in maggiore crescita sono quelli dello Street Food e Quick Service Restaurant (ristoranti di bassa/media qualità con assenza di servizio al tavolo), rispettivamente +6,1% e +5,3% di tasso annuo di crescita composto 2011-2016 (ndr da ora abbreviato nella sigla inglese di CAGR). 

    Leggi tutto

  • Linee Guida sui novel food

    L'organizzazione europea IPIFF (Piattaforma Internazionale degli insetti come alimento e mangime) ha pubblicato un documento di guida che aiuta i produttori di insetti a preparare  le domande di richiesta  di autorizzazione degli insetti come novel food. Con la nuova legislazione sui novel food (Regolamento 2015/2283), gli insetti prodotti per il consumo umano in Europa devono essere autorizzati dalle istituzioni europee, 

    Leggi tutto

  • Caffè, le mappe dei consumi italiani

    È indubbio che il caffè sia tra le bevande più amate e bevuto dagli italiani. Ma nella patria dell’espresso come si articolano i consumi? A svelarlo ci pensa Coffee Monitor, il primo focus dell’Osservatorio Social Monitoring di Nomisma La survey, condotta su un campione di oltre 1.000 consumatori, fornisce numerose suggestioni sulle modalità di scelta e di consumo caffè.In primis, emerge un consumo abitualedella bevanda (95%del target di riferimento), con l’espresso scelto dal 93% dei consumatori.Residuale la percentuale di chi predilige il caffè americano, orzo o altre tipologie di caffè (7%). Le motivazioni del successo dell’espresso?E’ presto detto: il 58%di chi lo beve lo fa per trovare la ‘carica’necessaria ad affrontare la giornata. 

    Leggi tutto

  • Su “Il Salvagente” inchiesta su prosecco e pesticidi

    Difficile immaginare un exploit più potente nel mondo viniviticolo come quello del prosecco negli ultimi anni. Una crescita che si è mantenuta a doppia cifra e che sta scalzano il cugino blasonato champagne da molte tavole in Italia e all’estero. Oltre 500 milioni di bottiglie vendute in tutto il mondo ogni anno, garantiscono un fatturato enorme per il made in Italy, ma possiamo essere altrettanto entusiasti per la qualità delle sostanze utilizzate per produrre le bollicine più famose d’Italia? Il periodico “Il Salvagente” parte da questa domanda per verificare la quantità di residui chimici contenuti in alcuni dei prosecchi più diffusi nei supermercati. Di certo la fascia più venduta al grande pubblico del nostro paese. 

    Leggi tutto

  • OIE: aggiornate le norme della sanità animale mondiale

    Si è chiusa l'86° sessione generale dell'OIE, Organizzazione Mondiale per la salute animale. Sono state adottate 34 risoluzioni dai delegati OIE in revisione e edizione ex novo delle norme internazionali  a tutela della salute e il benessere degli animali.
    Sono stati aggiunti o revisionati alcuni  capitoli su varie malattie degli animali terrestri, ad esempio il capitolo sulla suddivisione in zone e compartimentazione per supportare gli Stati Membri nella gestione delle malattie infettive.

    Leggi tutto

  • L’ortofrutta preferita dagli italiani

    Se le mele sono il frutto più consumato, al secondo posto vi sono le arance, mentre tra gli ortaggi preferiti dagli italiani salgono sul podio nell’ordine le patate, i pomodori e le insalate/indivie. L’andamento positivo dei consumi è spinto soprattutto allepreferenze alimentari dei giovani che fanno sempre più attenzione al benessere a tavola. Il risultato è che l’ortofrutta è la principale voce di spesa degli italiani per un importo di 102,33 euro a famigliapari al 23% del totale mensile.

    Leggi tutto