I cookie ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalità d'uso dei cookie.

Confederazione dell'Industria Manifatturiera Italiana e dell'Impresa Privata

Api Torino: L’Area Thyssen diventi un “acceleratore d’impresa”

L’area Thyssen potrebbe diventare una zona che, nella cintura metropolitana, funzioni da “acceleratore” per le imprese che vogliono insediarsi a Torino e quindi creare occupazione e benessere. L’idea è di API Torino ed è stata proposta nell’ambito del dibattito sulla trasformazione urbana della città che, in questo periodo, coinvolge quattro aree cittadine fra cui, appunto, quella dello stabilimento Thyssen.

La proposta è stata lanciata nel corso di un incontro organizzato dall’Urban Center Metropolitano al quale hanno preso parte, per API Torino, il Presidente, Corrado Alberto, e il Vicepresidente del Collegio Edile, Massimo Guerrini.

“La ripresa del nostro sistema produttivo – spiega il Presidente di API, Alberto -, passa anche per il miglioramento delle condizioni di attrattività del territorio. Un traguardo che proprio a Torino può essere raggiunto e che potrebbe fare diventare la nostra città un caso studio, in positivo, di politica industriale ed economica”.

“L’area Thyssen – prosegue Alberto -, può diventare un centro di accelerazione d’impresa se le attività che potranno insediarsi a seguito delle trasformazioni urbanistiche che si stanno studiando, avranno modo di beneficiare di un abbattimento reale degli oneri burocratici e urbanistici, di un’attenzione particolare dal punto di vista dei progetti europei nei quali la Città intende partecipare, di condizioni speciali da parte del credito oltre che della favorevole collocazione dal punto di vista infrastrutturale e della circolazione”.

"Le imprese che potrebbero beneficiare di condizioni di questo genere – dice ancora il Presidente dell’Associazione -, sono quelle ad alta tecnologia e innovazione, dell’ambiente, della cultura, dell’ICT. E’ possibile pensare anche alla creazione (con l’Università e il Politecnico di Torino), di un centro dedicato allo studio delle migliori pratiche di sicurezza del lavoro. Si tratta di attività che, con la loro presenza, possono contribuire alla rinascita di un’area che deve essere valorizzata anche dal punto di vista della fruizione da parte della popolazione e qualificata sul fronte ambientale e della vivibilità”.

“A Torino – dice poi Guerrini -, il comparto edile ha sofferto moltissimo la crisi e continua a vivere un periodo difficile. Avere a Torino un’area come quella della Thyssen può essere un’occasione da non perdere per attivare una riqualificazione urbana corretta della quale anche le imprese edili possano beneficiare, soprattutto per quanto riguarda le nuove edificazioni ma più in generale per le operazioni di riqualificazione che saranno necessarie”.

“La zona Thyssen – aggiunge ancora Alberto -, può diventare un esempio positivo di integrazione produttiva, ambientale e sociale di una grande area metropolitana. Torino ha un’occasione anche sotto questo punto di vista. Da parte nostra, siamo pronti a dare tutto il contributo possibile di idee, progettazione e lavoro per fare in modo che tutto questo diventi realtà”.