I cookie ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalità d'uso dei cookie.

Confederazione dell'Industria Manifatturiera Italiana e dell'Impresa Privata

MUD: LE NUOVE NORME SUI RIFIUTI PERICOLOSI DAL 1 GIUGNO 2015 CONFIMI RAVENNA SPIEGA LE NOVITA’

MUD: LE NUOVE NORME SUI RIFIUTI PERICOLOSI DAL 1 GIUGNO 2015

Mercoledì 1 aprile Confimi Ravenna terrà un seminario tecnico dedicato al MUD 2015 e alle novità nella gestione dei rifiuti.

Infatti, mentre l’attenzione del grande pubblico nei primi mesi dell’anno si è concentrata sul destino ancora incerto del SISTRI e sulla confusione creata da altre disposizioni di carattere nazionale sui rifiuti pericolosi, sono passate quasi sotto silenzio due norme comunitarie in materia di classificazione dei rifiuti destinate a entrare in vigore il prossimo 1 giugno.

Si tratta del Regolamento UE 1357/201 che sostituisce l’allegato III alla direttiva 2008/98 (direttiva quadro sui rifiuti recepita in Italia con il Dlgs. 2015/2010) e della collegata decisione 955/2014, che apporta modifiche al codice europeo dei rifiuti (CER).

I due provvedimenti europei giungono tutt’altro che inattesi, da oltre cinque anni è noto che i criteri di classificazione dei rifiuti dovevano allinearsi con quelli previsti per le sostanze pericolose: oggi finalmente è possibile utilizzare gli stessi strumenti per definire che cosa è pericoloso per la salute e l’ambiente e che cosa non lo è.

Confimi Impresa Ravenna approfondirà le nuove regole per classificare correttamente i rifiuti pericolosi nel corso di un incontro che si terrà presso i locali dell’associazione a Fornace Zarattini il prossimo 1 aprile.

Al tavolo dei relatori Micaela Utili, responsabile dell’Area Tecnica dell’associazione che approfondirà queste novità in vista delle scadenze del prossimo 1 giugno.

Per ragioni organizzative è richiesta la conferma della partecipazione all’incontro.

Info: Benedetta Ceccarelli – Tel. 0544.280211 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.