I cookie ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalità d'uso dei cookie.

Confederazione dell'Industria Manifatturiera Italiana e dell'Impresa Privata

Confimi Modena - Hannover 2015: missione compiuta

Sono rientrati con un consistente “bottino” di contatti, i giovani imprenditori di Confimi Modena che hanno partecipato all’edizione 2015 di Hannover Messe, la più importante fiera al mondo dedicata alle tecnologie per l’industria.

Ne parla il presidente del Gruppo Giovani Imprenditori, Antonio Mascolo, titolare di Elettrogalvanica modenese: “Si è trattato di un’esperienza positiva da tutti i punti di vista, in primo luogo, naturalmente, quello dei contatti commerciali: abbiamo preso decine di contatti, alcuni dei quali, già a pochissimi giorni dal rientro, hanno dato luogo a commesse, quindi non si poteva davvero chiedere di più”.

La fiera di Hannover si è infatti dimostrata anche quest’anno catalizzatrice di interesse per gli addetti, con oltre 220.000 visitatori, dei quali 70.000 provenienti da paesi terzi.

Cinque le imprese di Confimi, riunite in uno stand organizzato da Promec: oltre all’azienda del presidente Mascolo erano presenti la Malagoli Aldebrando, Arte Meccanica, Modena Meccanica, JB Project, accompagnati dalla Dott.ssa Silvia Fait del Servizio internazionalizzazione dell’Associazione.

L’occasione è stata utile anche per allacciare rapporti con altri giovani imprenditori: “Abbiamo preso contatto con gruppi analoghi al nostro - riferisce Mascolo - sia di altre regioni (Toscana, Lombardia, Veneto), sia di altri Paesi, come Francia e Svizzera; con un gruppo di giovani imprenditori tedeschi stiamo già organizzando una loro visita presso i nostri stabilimenti a Modena”.

Un ulteriore segnale, quindi, di una ripresa possibile, della quale i giovani sono i principali attori: “Per questo - aggiunge il presidente dei giovani Confimi - rivolgo un invito ai giovani imprenditori modenesi affinché colgano queste importantissime opportunità. Desidero infine aggiungere un sentito ringraziamento a Promec per avere favorito questa esperienza, sia organizzativamente sia sul piano economico”.