I cookie ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalità d'uso dei cookie.

Confederazione dell'Industria Manifatturiera Italiana e dell'Impresa Privata

Confimi Ambiente, nuovo accordo triennale con il Centro di Coordinamento RAEE

E' stato firmato lo scorso 26 giugno il nuovo accordo tra le Associazioni di categoria di riferimento e il Centro di Coordinamento RAEE (organismo che riunisce i Consorzi dei produttori di AEE responsabili per il recupero dei relativi rifiuti), per perfezionare le modalità di raccolta dei  rifiuti da apparecchi elettrici ed elettronici – RAEE.
L’Accordo firmato dal Centro di Coordinamento RAEE con CONFINDUSTRIA, ANDEC, AIRES, ANCC COOP, ANCD CONAD, ANCRA, CONFESERCENTI, FEDERDISTRIBUZIONE, FME, NETCOMM, ASSOFERMET, FISE ASSOAMBIENTE, UTILITALIA e ANCO, sulla base di quanto previsto dalla normativa vigente (D.Lg. 14 Marzo 2014 n. 49 in recepimento della Direttiva 2012/19/CE), ha validità triennale, con decorrenza 1 luglio 2015, e prevede oltre a modalità e i tempi di ritiro dei RAEE dai Luoghi di Raggruppamento conferiti ai Distributori, nuovi criteri  per l'organizzazione della raccolta in modo omogeneo sull'intero territorio nazionale e i relativi premi di efficienza.
L’Accordo quindi si pone come propedeutico per migliorare  e perseguire gli obiettivi di recupero determinati al 65% degli AEE immessi sul mercato ogni anno e quindi raccogliere circa 720 mila tonnellate di RAEE (contro le attuali 240 mila pari ad una quota procapite di 12 kg), obiettivo da centrare nei prossimi 5 anni.

Come è noto, al di là dei dati sulla raccolta, sono notevoli le perplessità sull’effettivo recupero dei componenti di tali rifiuti/materiali, in primis proprio per la sostenibilità economica tra operazione di recupero e effettivo valore dei materiali, anche se la tecnologia sta migliorando per valorizzare alcune componenti (ad es. fili di rame dei cavi elettrici) e porre rimedio ad una crescita esponenziale pari a tre volte quella dei rifiuti urbani.