I cookie ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalità d'uso dei cookie.

Confederazione dell'Industria Manifatturiera Italiana e dell'Impresa Privata

Flavio Lorenzin (Confimi Apindustria Vicenza) in relazioni ai nuovi accordi con il mercato iraniano «Ripartire subito, c'è concorrenza»

Un plauso ai nuovi accordi raggiunti con l'Iran arriva anche dal presidente di Apindustria Confimi Vicenza, Flavio Lorenzin: «Una tregua con il paese mediorientale offre anche alle imprese del Vicentino l'opportunità di una ripresa dei rapporti commerciali, o di affacciarsi per la prima volta ad un mercato in grande espansione». A giovare alle imprese potrebbe essere in particolare l'annullamento di sanzioni e restrinzioni bancarie, che farebbero balzare il Pil iraniano e rilascerebbero nuova liquidità.

Un plauso ai nuovi accordi raggiunti con l'Iran arriva anche dal presidente di ApindustriaConfimi Vicenza, Flavio Lorenzin: «Una tregua con il paese mediorientale offre anche alle imprese del Vicentino l'opportunità di una ripresa dei rapporti commer- ciali, o di affacciarsi per la prima volta ad un mercato in grande espansione». A giovare alle imprese potrebbe essere in particolare l'annullamento di sanzioni e restrinzioni bancarie, che farebbero balzare il Pil iraniano e rilascerebbero nuova liquidità in mano agli iraniani. «Guarderemo con grande attenzione a tutti questi sviluppi - assicura Lorenzin - cercando di stabilire nuovi contatti se ci sarà l'occasione. Di sicuro la concorrenza sarà forte su questo fronte, dato che l'Iran sta attirando gli interessi di aziende da tutto il mondo, tra cui tedesche, francesi, americane, russe e cinesi. Ma sappiamo anche che l'Italia ha rapporti privilegiati con l'Iran, con una quota di mercato importante negli scorsi anni che si è ridotta soltanto per le sanzioni. Ci auguriamo che l'Iran colga al volo questa occasione».