I cookie ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalità d'uso dei cookie.

Confederazione dell'Industria Manifatturiera Italiana e dell'Impresa Privata

Confimi Apindustria Vicenza promuove l'incontro: "L'Iran attira le PMI vicentine". Seminario sulle nuove sfide.

Apindustria Confimi Vicenza prova a cogliere al volo le nuove opportunità arrivate sul fronte internazionale dallo scorso 16 gennaio con l'Implementation Day, che ha sancito l'entrata in vigore del nuovo regime di controllo dell'Unione Europea nei confronti dell'Iran.

Grazie ad uno storico accordo siglato nel mese di luglio del 2015, è arrivata finalmente la revoca di alcune misure restrittive e la modifica in parte del regime autorizzativo per i beni in esportazione, con la possibilità per le nostre piccole e medie imprese di concludere importanti affari con un mercato, quello iraniano, che gode di buona salute e nuove prospettive di crescita.

Per questo Apindustria Vicenza ha organizzato un seminario dal titolo “Il nuovo corso degli scambi con l'Iran”, con l'obiettivo di far conoscere a tutti gli associati le nuove opportunità e le sfide che attendono le aziende da qui ai prossimi mesi, per intensificare i rapporti con l'estero e sfruttare al meglio le occasioni di crescita.

L'appuntamento è per mercoledì 10 febbraio a partire dalle 9.45 nella sede di Galleria Crispi. Interverranno gli avvocati dello studio legale Padovan di Milano, Marco Padovan e Marco Zinzani; il presidente di Credimpex Italia e responsabile Direzione Estero della Banca Popolare di Vicenza, Alfonso Santilli; e Riccardo Vianello Simoli, senior account di Sace.

Le relazioni saranno incentrate sulla parte normativa e contrattuale, con la presentazione del nuovo Iran del post-sanzioni, sui rapporti con le banche e le novità relative ai trasferimenti finanziari, e sui rischi commerciali. Seguirà un dibattito con i quesiti dei presenti, fino a fine mattinata.