I cookie ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalità d'uso dei cookie.

Confederazione dell'Industria Manifatturiera Italiana e dell'Impresa Privata

ALL'ITIS ROSSI IL 31° PREMIO MECCATRONICA

Il progetto di un dispositivo di imbustamento per strumenti chirurgici destinati alla sterilizzazione a vapore d'acqua ha messo a dura prova i partecipanti alla 31ma edizione del Premio Meccatronica, il concorso rivolto agli studenti degli istituti superiori a indirizzo industriale organizzato dalla categoria dei metalmeccanici di Apindustria Confimi Vicenza con il contributo della Camera di Commercio di Vicenza.

Le premiazioni si sono svolte venerdì mattina (27 maggio 2016) nella sede dell’associazione di categoria, che ha incoronato un gruppo di ragazzi dell'Itis Rossi di Vicenza. A spartirsi con loro il montepremi messo in palio, destinato ai primi tre classificati, sono state le delegazioni dell'Itis Fermi di Bassano del Grappa e dell'Itis De Pretto di Schio, che hanno occupato rispettivamente il secondo e terzo gradino del podio, mentre quarti sono arrivati gli alunni dell'IIs Ceccato di Montecchio Maggiore.

Al di là del verdetto, la commissione giudicatrice dei metalmeccanici di Apindustria ha  manifestato grande apprezzamento per la qualità di tutte le proposte presentate su un progetto difficile da sviluppare, presentato per l'occasione dalla ditta Dental X di Dueville. «La proposta che abbiamo presentato – spiega il Presidente di Confimi Industria Meccanica, Paolo Rizzato - ha coniugato progettazione meccanica ed elettronica in un ambito industriale ad alta potenzialità di crescita, ovvero quello medicale. Ai ragazzi abbiamo lasciato piena libertà di sviluppare, nell’ambito delle specifiche assegnate, dei prodotti performanti, dal costo competitivo e in grado di coniugare prestazioni tecniche alla gradevolezza dell’insieme. I risultati sono stati ottimi, ben oltre le aspettative».

L'evento ha riscosso anche il plauso del presidente di Apindustria Confimi Vicenza, Flavio Lorenzin: «La lunga storia del Premio Meccatronica è la testimonianza più efficace che questa iniziativa non è “spot” - commenta – ma costituisce un momento importante di confronto con gli istituti del territorio al fine di evidenziare quali possano essere le tematiche ed i settori di interesse per le aziende del territorio. Ringrazio ancora una volta i dirigenti scolastici e i ragazzi che ci hanno entusiasmato per la loro voglia di fare, di proporre, di confrontarsi».