I cookie ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalità d'uso dei cookie.

Confederazione dell'Industria Manifatturiera Italiana e dell'Impresa Privata

PARAGUAY CHIAMA EUROPA, CONFIMI INDUSTRIA VENETO RISPONDE

Una crescita economica di circa il 3% nell'ultimo anno, relazioni proficue con l'Europa e buone prospettive di sviluppo sostenute da ambiziosi piani governativi per migliorare le infrastrutture e combattere la povertà: tutto questo è il Paraguay, un paese che negli ultimi anni si sta muovendo nella direzione di una sempre maggiore apertura al commercio e agli investimenti internazionali. 

Un'occasione da prendere al volo per Confimi Industria Veneto, che in questi giorni si è recata a Soave con una delegazione per incontrare il Ministro dell’Industria e del Commercio del paese sudamericano,Gustavo Leite, chiamato dall'eurodeputato veneto David Borrelli e dal deputato Mattia Fantinati. 

«Il Ministro ha parlato di un’economia che offre e ricerca opportunità di collaborazioni con le nostre imprese manifatturiere – racconta il Presidente di Confimi IndustriaVeneto, William Beozzo – avendo i suoi punti di forza nell’agricoltura e nell’allevamento, nel bassissimo costo dell’energia, in un buon contesto di stabilità istituzionale e con un regime fiscale favorevole. Le nostre aziende possono portare quella capacità imprenditoriale e tecnologica che può essere complementare alla struttura produttiva del Paraguay per creare un binomio vincente, fatto di una proficua collaborazione e un'intensa rete di scambi». 

A margine dell'incontro la delegazione imprenditoriale guidata da Beozzo ha continuato a dialogare con il Ministro Leite e l’Ambasciatore del Paraguay in Italia Martin Llano-Heyn: «Abbiamo posto le basi per un’analisi delle rispettive attività e necessità – conclude il Presidente – con l'intento di pianificare, anche con una prossima missione nello stato sudamericano, possibili relazioni di business per tutto ciò che riguarda macchinari, attrezzature e prodotti ad uso del settore primario e dello sviluppo del settore industriale, nonché dei servizi alle municipalità locali e alla costruzione di smart cities».