I cookie ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalità d'uso dei cookie.

Confederazione dell'Industria Manifatturiera Italiana e dell'Impresa Privata

Confimi Apindustria Vicenza: l'associata Brenta Group cresce

Veneto Sviluppo affianca Assietta e Creazione di Valore nel capitale di BRENTA PCM SpA Veneto Sviluppo, la finanziaria regionale del Veneto, ha acquisito una quota di minoranza nel capitale di BRENTA PCM SpA, società con base a Molvena (VI) attiva nella produzione di stampi ed esecuzione di stampaggi per la fanaleria del settore auto. L’operazione si è perfezionata lo scorso 27 dicembre ed è avvenuta per il tramite di FVS Sgr, braccio operativo di Veneto Sviluppo per l’investimento nel capitale d’impresa. L’ingresso di FVS Sgr è avvenuto sia tramite un aumento di capitale di BRENTA sia attraverso l’acquisto di una quota di partecipazione di minoranza dai soci Assietta Private Equity Sgr e Creazione di Valore Srl. Questi ultimi avevano rilevato BRENTA dal suo fondatore nel luglio 2015. Il processo di valorizzazione di BRENTA in questi ultimi due anni e mezzo è stato tanto rapido quanto efficace, portando ad un aumento del valore della produzione pari a circa il 60%, anche attraverso l’impianto di nuovi siti produttivi a Legnago (VR), Medolago (BG) e Rovato (BS). A giorni si terrà l’inaugurazione ufficiale dello stabilimento di Cd. Juàrez (Messico), mentre è prevista per la fine del corrente anno l’avvio dell’operatività dello stabilimento di Trenčín (Slovacchia). Lo sviluppo dell’operatività di BRENTA è stato accompagnato dall’incremento dei livelli di occupazione portando il gruppo a quasi 300 dipendenti (erano circa 130 nel 2014). BRENTA favorisce fortemente l’inserimento di giovani e seleziona molti neolaureati (il 13% delle nuove assunzioni 2017). La politica di inserimento di personale con ottima formazione universitaria, di cui il gruppo è incessantemente alla ricerca, permette a BRENTA di sviluppare internamente elevate professionalità e consente anche ai più giovani di contribuire attivamente allo sviluppo di progetti di respiro internazionale. L’abbassamento dell’età media dei dipendenti ha favorito infatti la creazione di un contesto lavorativo dinamico che valorizza il ruolo dei singoli nel lavoro in team. La forte attenzione alla creazione di elevate professionalità, capaci di confrontarsi in contesti internazionali altamente competitivi, è testimoniata anche dal rapporto collaborativo sviluppato negli anni con l’Università di Padova con la quale è in corso un dottorato di ricerca in Ingegneria Industriale già portatore dei primi risultati positivi. Daniele De Rosa, amministratore delegato di BRENTA, ha affermato: “Abbiamo da fare ancora un bel po’ di strada, prima di arrivare a far dispiegare tutte le potenzialità di BRENTA. Avere questo nuovo compagno di cordata sono sicuro che ci aiuterà ad arrivare prima e più in alto”. Dario Savoia, presidente di BRENTA, commenta: “É un onore, oltre che un piacere, avere con noi Veneto Sviluppo in questa nuova tappa del processo di crescita di BRENTA. Il mio pensiero va con gratitudine a tutti i collaboratori di BRENTA: senza i loro sforzi quotidiani e soprattutto senza la loro passione a fare sempre meglio, l’operazione di cui parliamo non sarebbe stata possibile”. BRENTA è positivamente inserita nel contesto sociale ed è parte attiva di iniziative benefiche rivolte al territorio. La società è stata protagonista nel corso dell’anno 2016 di una importante iniziativa di solidarietà nata spontaneamente tra i dipendenti che hanno donato una parte delle loro ferie a una collega in difficoltà. L’iniziativa, pioneristica in Italia, ha avuto ampio risalto sui media nazionali e ha contribuito a far conoscere questa nuova forma di solidarietà.