I cookie ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalità d'uso dei cookie.

Confederazione dell'Industria Manifatturiera Italiana e dell'Impresa Privata

Confimi Meccanica incontra Fim-Cisl e Uilm-Uil per il rinnovo del contratto di settore

Chini "Ci chiedono +154€ al mese per un 5° livello, confronto in salita"
Confimi meccanica ha incontrato oggi Fim-Cisl, Uilm-Uil per il primo confronto sul rinnovo del CCNL di settore che coinvolge oltre 80 mila lavoratori. Il tavolo di lavoro si è aperto con la presentazione delle richieste avanzate da parte delle sigle sindacali definite all'interno della piattaforma per il rinnovo del contratto che vivrà per il triennio 2019-2022.  "Ci chiedono un incremento salariale pari all'8%, ovvero di circa 154€ al mese per un 5° livello e un rafforzamento della previdenza integrativa tra il +'1,6% e il 2%" ha raccontato Riccardo Chini presidente di Confimi Meccanica a valle dell'incontro. "Richieste che fanno partire la trattativa in salita perchè sembrano non tener conto della situazione di stallo dell'economia e degli oggettivi problemi di competitvità delle nostre aziende in Europa". Chini ha inolte aggiunto "Siamo comunque disponibili a lavorare per lo sviluppo della contrattazione territoriale".  
Sul lato della formazione professionale e sulla flessiilità oraria Chini ha assicurato il preseguimento di un confronto avviato dai precedenti contratti "è nostra intenzione continuare ad operare per la valorizzazione del lavoro nelle aziende manifattueire e per un corretto bilanciamento tra vita lavorativa e vita privata dei dipendenti con una particolare attenzione al corretto inseirmento dei giovani e delle donne" e ancora "per natura, essendo noi delle piccole e medie aziende, comprendiamo l'importanza della formazione dei nostri addetti perchè la nostra forza è, e sarà sempre di più, la qualtà del capitale umano, delle competenze e del know how che crescere e rimane in azienda".  
Oltre al presidente Chini, Confimi meccanica era rappresentata  dagli imprenditori Alfredo Longhi, Paolo Rizzato, Simona Ronchi, Carlo Pellicola, dal Segretario nazionale Gian Marco Andrei e dai componenti la Commissione tecnica sindacale Stefano Bosio, Alberto Pederzolli, Luca Quinzan, Luciano Veronesi. 
Fim-Cisl era rappresentata dal Segretario generale Marco Bentivogli dal Segretario nazionale Ferdinando Uliano mentre per Uilm-Uil siedeva al tavolo il Segretario nazionale Luca Maria Colonna. La negoziazione riprenderà il prossimo 28 ottobre.