I cookie ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalità d'uso dei cookie.

Confederazione dell'Industria Manifatturiera Italiana e dell'Impresa Privata

Riesame dei livelli massimi residui del glifosato, nessun rischio per uomo e animali

L'EFSA ha completato il riesame dei tenori massimi di glifosato la cui presenza è ammessa per legge negli alimenti secondo livelli massimi residui (LMR). I livelli massimi di residui (LMR) vengono stabiliti per garantire che i consumatori siano protetti da quantità eccessive di glifosato assunte tramite l’alimentazione, sulla base di un'analisi di tutti gli usi correnti e autorizzati dell'erbicida nell'UE. Il riesame si basa sui dati relativi ai residui di glifosato negli alimenti trasmessi all'EFSA da tutti gli Stati membri dell'Unione europea. La revisione comprende anche una valutazione del rischio che evidenzia come, ai correnti livelli di esposizione, non si ravvisi un rischio per la salute dell’uomo.
Per questa valutazione l'EFSA ha messo a confronto dati sulla dieta di adulti e bambini dell'UE con i valori di sicurezza per l’assunzione raccommandati dall'EFSA stessa nel 2015. La valutazione è stata eseguita anche per l'impatto del glifosato sui mangimi e la salute animale concludendo che non si ravvisano effetti nocivi del glifosato sulla salute di bovini, pecore, maiali, cavalli e polli.