I cookie ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalità d'uso dei cookie.

Confederazione dell'Industria Manifatturiera Italiana e dell'Impresa Privata

GLI STUDI SCIENTIFICI A FAVORE DI LATTE E LATTICINI

Lo studio pubblicato su Lancet conferma quanto già indicato negli anni da molteplici studi. Il latte viene definito un ‘nutriente’, vale a dire un alimento a elevata densità di nutrienti – quali proteine, vitamine e minerali – con l’ulteriore vantaggio di avere una bassa densità energetica. Numerosi articoli dimostrano il ruolo prezioso del calcio e il rapporto favorevole tra apporto di latte nella dieta e salute delle ossa, nelle varie fasce di età dall’infanzia alla vecchiaia.          Le Linee Guida per una sana nutrizione in Italia suggeriscono il consumo di 2-3 porzioni di latte o yogurt al giorno. In linea con i suggerimenti della Harvard University, che indica come ottimale il consumo di un serving size di latte al giorno (pari a 240 ml). Ed è utile annotare come la porzione di riferimento utilizzata in USA sia diversa da quella riportata nelle Linee Guida Italiane, pari a circa la metà (125 ml).

Diversi gruppi di ricerca stanno indagando su possibili relazioni tra consumo di latte e tumori, quello prostatico in particolare. Un lavoro abbastanza recente, realizzato con un modello in-vivo, dimostra che il consumo di latte (scremato o intero) non favorisce la progressione dei tumori della prostata esistenti e invece mostra lievi effetti protettivi nei confronti della prostata, diminuendo l’espressione di alcuni marcatori tumorali. Uno studio recentissimo, ove i ricercatori hanno nutrito i roditori con una dieta ricca di carboidrati complessi ma povera di proteine – utilizzando come fonte proteica la caseina (si, proprio lei!) del formaggio e del latte – dimostra che tale dieta migliora la salute cardiometabolica nei topi e soprattutto promuove salute e biologia dell’ippocampo (area del cervello responsabile dell’apprendimento e della memoria), in misura ben superiore rispetto alla dieta ipocalorica.
  • PRODOTTI ALIMENTARI UE: 191 MILIONI PER LA PROMOZIONE

    E’ stato approvato dalla Commissione Europea il programma di lavoro 2019 per la promozione dell’agrifood UE, con uno stanziamento complessivo di 191,6 milioni di euro con un aumento di 12,5 milioni rispetto al 2018. I programmi per il 2019 destinati alla promozione dei prodotti agroalimentari dell’UE saranno incentrati principalmente sui mercati esterni all’UE che presentano il più alto potenziale di crescita.

    Leggi tutto

  • ETICHETTA A SEMAFORO, STOP DAI COLOSSI DEL FOOD

    Avevano lanciato nel marzo dell’anno scorso una sperimentazione dell’etichetta a semaforo (dal rosso a verde passando per una scala di colori per giudicare i contenuti di grassi, zuccheri e sale) denominata Enl, Evolved Nutrition Label, impegnandosi a provarla sui loro prodotti in determinate regioni per verificarne l’efficacia.

    Leggi tutto

  • MINISTRO CENTINAIO SU ENOTURISMO

    “Le nostre eccellenze enogastronomiche, oltre ad essere un'enorme risorsa economica per il nostro Paese, rappresentano una straordinaria occasione per promuovere una grande eredità culturale, anche dal punto di vista turistico.
    In tale contesto, il vino è sicuramente uno dei settori trainanti del nostro

    Leggi tutto

  • MENSE BIOLOGICHE: RIPARTITO IL FONDO DA 10 MILIONI PER LE REGIONI

    Il Ministro delle politiche agricole alimentari, forestali e del turismo Sen. Gian Marco Centinaio e il Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca Marco Bussetti hanno firmato il decreto che ripartisce 10 milioni di euro alle Regioni, nel cui territorio sono dislocate le mense iscritte nell'elenco del MiPAAFT.

    Leggi tutto

  • ROBERTO LUONGO NUOVO DIRETTORE DI ICE

    Su proposta del Ministro dello Sviluppo economico Luigi Di Maio, il Consiglio dei ministri ha nominato Roberto Luongo nuovo Direttore Generale di ICE – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane. Aveva già ricoperto il medesimo incarico dal 2012 al 2016.

    Leggi tutto

  • GLI STUDI SCIENTIFICI A FAVORE DI LATTE E LATTICINI

    Lo studio pubblicato su Lancet conferma quanto già indicato negli anni da molteplici studi. Il latte viene definito un ‘nutriente’, vale a dire un alimento a elevata densità di nutrienti – quali proteine, vitamine e minerali – con l’ulteriore vantaggio di avere una bassa densità energetica. Numerosi articoli dimostrano il ruolo prezioso del calcio e il rapporto favorevole

    Leggi tutto