I cookie ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalità d'uso dei cookie.

Confederazione dell'Industria Manifatturiera Italiana e dell'Impresa Privata

FRUTTA NELLE SCUOLE, A UN MESE DALLA FINE DELLE LEZIONI LA DISTRIBUZIONE NON E’ ANCORA PARTITA

Continuano i problemi per Frutta nelle Scuole, l’iniziativa europea per incentivare il consumo di frutto a merenda. Da quando il programma è partito,  più volte c’è stata la consegna ai bambini di frutta fuori stagione, troppo acerba per essere mangiata, marcia o ammuffita. Quest’anno, invece, a un mese dalla fine delle lezioni, la distribuzione della frutta nelle scuole non è ancora partita (inizierà il 6 maggio), come racconta l’articolo di Mirko Aldinucci su Italiafruit News, che riprendiamo integralmente.

Frutta nelle Scuole, ancora tutto fermo. Manca poco più di un mese all’ultimo suono delle campanelle negli istituti primari della penisola e la distribuzione non è partita. Problemi burocratici, conflitti di competenze, ruoli chiave “scoperti”: difficile capire e spiegare i motivi per cui il programma comunitario rischia di concludersi, per il 2018/19, con un clamoroso nulla di fatto. E con la perdita di almeno una parte dei fondi Ue destinati al progetto: per il periodo primo agosto 2017-31 luglio 2023 il budget destinato all’Italia ammonta a 107,7 milioni di euro, 20,9 milioni dei quali relativi all’attuale “esercizio”. Le risorse coprono fino al 70% del costo dei progetti che possono poi essere cofinanziati con un 30% di risorse nazionali. I tempi lunghi sono confermati dal sito internet del Mipaaft, in cui si legge che il decreto di nomina della commissione aggiudicatrice incaricata di verificare la documentazione relativa alle offerte pervenute per il 2018/19 risale ad appena due settimane fa, il 15 aprile.

Anche in passato si erano verificati ritardi a causa di una serie di criticità oggettive (disponibilità amministrativa delle risorse finanziarie solo nel periodo autunnale, tempi lunghi del bando di gara europeo emanato ai sensi del codice degli appalti, particolare complessità del capitolato tecnico e dei relativi criteri tecnici, ritardi delle adesioni degli istituti scolastici…), ma mai si era arrivati a maggio con le bocce ancora ferme. Per rientrare nei parametri del bando (che prevederebbe una sessantina di distribuzioni) la scorsa estate erano state organizzate distribuzioni straordinarie in occasione di eventi sportivi e non. A una ventina di giornate di lezioni dal termine dell’anno scolastico il sistema, questa volta, sembra chiamato a una mission impossible.
  • ALLUNGARE LA DATA DI SCADENZA DEL LATTE FRESCO PER RIDURRE LO SPRECO ALIMENTARE: LA PROPOSTA CHE PIACE AL MIPAAFT

    La lotta allo spreco alimentare e alle emissioni di biossido di carbonio passa anche dalle date di scadenza, soprattutto quella di prodotti deperibili come il latte fresco e i latticini. Per questo, Granarolo ha dato vita a un piano anti-spreco per allungare la shelf-life dei suoi prodotti, puntando a una riduzione del 10% dei resi. Ma c’è un problema: la scadenza del latte fresco è rigidamente stabilita per legge. 

    Leggi tutto

  • CONFIMI INDUSTRIA BARI ORGANIZZA EVENTO “PUGLIA INCONTRA CILE: SVILUPPO E COOPERAZIONE"”

    Confimi Industria Bari, Bat, Foggia ha organizzato l’evento “la Puglia incontra il Cile: sviluppo e cooperazione” che si svolgerà il prossimo giovedì 11 luglio dalle 15 nella Camera di Commercio di Bari in occasione della prima visita ufficiale in Puglia di Sergio Romero Pizarro, Ambasciatore della Repubblica del Cile in Italia dallo scorso marzo.

    Leggi tutto

  • COCA-COLA & PEPSI SI CONVERTONO ALL'ACQUA

    I due giganti delle cola, la PepsiCo e la Coca-Cola, sembrano rassegnate alla perdita di acquirenti delle bevande grazie alle quali sono diventate marchi globali e decisi a puntare su altro. Soprattutto sull’acqua, ovvero sulla controparte delle sempre più diffuse borracce e, al tempo stesso, sulla risposta ai divieti di utilizzo della plastica monouso. Ne dà notizia il Wall Street Journal, che racconta gli ultimi progetti delle due aziende.

    Leggi tutto

  • GELATO ARTIGIANALE: COSA CONTROLLARE PER SCEGLIERE IL MIGLIORE

    Il gelato è forse il dolce più amato dagli italiani, come dimostrano le quasi 20 mila gelaterie sul territorio. Il problema è imparare a distinguere le vere gelaterie artigianali da quelle che non lo sono perché impiegano prevalentemente preparati e semilavorati industriali. La questione è complicata anche per la mancanza di una regolamentazione sulle caratteristiche del “gelato artigianale”.

    Leggi tutto

  • CARNE AVICOLA, UNA FILIERA DA OTTO MILIARDI

    Il valore condiviso della filiera avicola italiana sfiora gli 8 miliardi di euro. Nel 2018, la filiera di pollo e carni bianche ha infatti generato ricadute economiche e occupazionali per 7,9 miliardi, pari a quasi mezzo punto del Pil 2018 (0,45%) e superiori alla crescita attesa per l’intera economia italiana per il 2019 (+0,3%). A rivelarlo lo studio Althesys ‘La filiera avicola crea valore per l’Italia’ presentato a Roma durante l’assemblea di

    Leggi tutto

  • FARINE, CRESCE LA RICHIESTA DI BIOLOGICO E INTEGRALE

    In occasione dell’assemblea generale annuale ItalmopaAssociazione industriali mugnai d’Italia ha illustrato i dati relativi all’andamento del comparto delle farine nel 2018. Il volume dei prodotti dell’industria molitoria (farine, semole e sottoprodotti della macinazione) ha superato, gli 11 milioni di tonnellate. Un quantitativo sostanzialmente 

    Leggi tutto