I cookie ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalità d'uso dei cookie.

Confederazione dell'Industria Manifatturiera Italiana e dell'Impresa Privata

AGENZIA ICE E AMAZON: ACCORDO PER IL MADE IN ITALY

Le piccole e medie imprese italiane hanno un nuovo alleato nell’export digitale grazie alla partnership siglata tra Agenzia ICE e Amazon: i due attori hanno infatti annunciato un’intesa volta a sviluppare e promuovere l’imprenditorialità italiana in Italia, Regno Unito, Francia, Germania, Spagna e Stati Uniti“Le nuove linee di indirizzo di Agenzia ICE – ha sottolineato Carlo Ferro, Presidente dell’Agenzia ICE, durante la conferenza stampa di presentazione – pongono fra le priorità sia le PMI sia i servizi per accelerare l’adozione dei processi digitali a supporto dell’export. Questo accordo è un primo step per ridurre il gap di accesso all’export on line per le PMI italiane. Contiamo di coinvolgere almeno 600 PMI offrendo loro traffico, visibilità e vendite in cinque mercati tra i più importanti dell’e-commerce occidentale. Altre iniziative seguiranno per offrire alle imprese un ‘menu’ di soluzioni customizzate per accelerare il commercio online su tutti i principali mercati”L’accordo prevede la realizzazione di un piano di sviluppo per le aziende e le loro referenze, che saranno inserite nella vetrina di Amazon dedicata esclusivamente al made in Italy. Amazon si è spesso dimostrata un acceleratore per la crescita del PMI: oltre la metà di tutti i prodotti venduti sui suoi siti nel mondo provengono da milioni di piccole e medie imprese, incluse le oltre 12.000 PMI italiane, che hanno raggiunto la cifra record di oltre 500 milioni di euro di vendite all’estero nel 2018, con una crescita costante di più del 50% anno su anno. “Da quando abbiamo lanciato Amazon in Italia – ha sottolineato Mariangela Marseglia, Country Manager di Amazon in Italia e Spagna – abbiamo investito nell’imprenditoria italiana creando una serie di strumenti di supporto e servizi che aiutassero le PMI ad avviare la loro attività online attraverso i 18 siti di Amazon, in 12 lingue, per raggiungere milioni di potenziali nuovi clienti. Con questa intesa le aziende saranno in grado di vendere a milioni di clienti nel mondo tanto facilmente quanto vendere nel proprio Paese”. La nuova partnership si basa su tre pilastri: recruiting di nuove aziende e inserimento di prodotti nella vetrina Made in Italy di Amazon; formazione e supporto alle PMI che hanno avuto accesso al progetto; sviluppo di attività di marketing per la promozione delle vendite online. I due player supporteranno centinaia di nuove aziende con sede legale in Italia e con prodotti che rispettano i requisiti del made in Italy. La collaborazione, di fatto, aiuterà queste realtà ad avere visibilità su migliaia di nuovi prodotti disponibili nei diversi siti globali di Amazon (tra cui Amazon.co.uk, Amazon.de, Amazon.fr, Amazon.es e Amazon.com). I venditori riceveranno supporto attraverso eventi di formazione offline(eventi, roadshow) e online (webinar) guidati dalla presenza di esperti di Amazon. Inoltre, Amazon fornirà l’accesso a materiali consultabili online su come sviluppare al meglio il percorso di vendita online e Agenzia ICE finanzierà delle campagne di advertising digitalesui siti Amazon.co.uk, Amazon.de, Amazon.fr, Amazon.es e Amazon.com. Le aziende avranno la possibilità di vendere i loro prodotti all’interno della vetrina di Amazon dedicata esclusivamente al made in Italy lanciata nel 2015 e che oggi conta oltre 750 piccole e medie imprese e più di 94.000 prodotti disponibili. Il 75% di queste aziende vendono già all’estero e oltre il 45% dei loro prodotti vengono comprati dai clienti Amazon in Francia, Germania, Spagna, Gran Bretagna e Stati Uniti.
  • AGENZIA ICE E AMAZON: ACCORDO PER IL MADE IN ITALY

    Le piccole e medie imprese italiane hanno un nuovo alleato nell’export digitale grazie alla partnership siglata tra Agenzia ICE e Amazon: i due attori hanno infatti annunciato un’intesa volta a sviluppare e promuovere l’imprenditorialità italiana in Italia, Regno Unito, Francia, Germania, Spagna e Stati Uniti

    Leggi tutto

  • RITIRI E RICHIAMI

    Nelle settimane n°17 e 18 del 2019 le segnalazioni diffuse dal Sistema rapido di allerta europeo per alimenti e mangimi (Rasff) sono state 143 (7 quelle inviate dal Ministero della salute italiano).

    L’elenco dei prodotti distribuiti in Italia oggetto di allerta comprende quattro casi:

    Leggi tutto

  • FRUTTA E VERDURA, I CONSUMI VOLANO

    I consumi di frutta e verdura degli italiani sono aumentati di quasi un miliardo di chili nell’ultimo decennio, con un record di 8,7 miliardi di chili nel 2018. E’ quanto emerge da un’analisi della Coldiretti presentata in occasione dell’inaugurazione di Macfrut, il Fruit & Veg Professional Show di Rimini. La spinta al consumo è avvenuta per effetto

    Leggi tutto

  • I SOFT DRINK SCOMMETTONO SUL BENESSERE

    Meno zuccheri e più business: il mercato dei soft drink (bevande analcoliche gassate, piatte e tè freddo) cerca il rilancio attraverso la strada del ‘less is more’. I principali player del comparto sono tutti allineati nell’alleggerire (se non azzerare) i

    Leggi tutto

  • FRUTTA NELLE SCUOLE, A UN MESE DALLA FINE DELLE LEZIONI LA DISTRIBUZIONE NON E’ ANCORA PARTITA

    Continuano i problemi per Frutta nelle Scuole, l’iniziativa europea per incentivare il consumo di frutto a merenda. Da quando il programma è partito,  più volte c’è stata la consegna ai bambini di frutta fuori stagione, troppo acerba per essere mangiata, marcia o ammuffita.

    Leggi tutto

  • CARREFOUR RINUNCIA AL FOIE GRAS IN TUTTI I SUOI PUNTI VENDITA

    Carrefour si aggiunge a Esselunga, Crai, Conad e Lidl e ha deciso che una volta terminato lo stock in magazzino non venderà più foie gras. Una nuova vittoria per la campagna #ViaDagliScaffali di Essere Animali che ha convinto già oltre 10.000 negozi delle catene di supermercati a rinunciare al patè

    Leggi tutto