I cookie ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalità d'uso dei cookie.

Eccesso di vitamina D3 in integratore dalla Spagna… Ritirati dal mercato europeo 53 prodotti

Nella settimana n°30 del 2020 le segnalazioni diffuse dal Sistema rapido di allerta europeo per alimenti e mangimi (Rasff) sono state 53 (2 quelle inviate dal Ministero della salute italiano).

L’elenco dei prodotti distribuiti in Italia oggetto di allerta comprende tre casi: istamina in sgombro occhione (Scomber japonicus) congelato, dalla Cina, attraverso i Paesi Bassi; sospetto di intossicazione alimentare (ipercalcemia) causata da un contenuto troppo elevato di vitamina D3 (2.612,7 mg / die) in integratore alimentare, dalla Spagna; Salmonella enterica (ser. Enteritidis) in carne di pollo separata meccanicamente (MSM), congelata, dalla Spagna.

Nella lista delle informative sui prodotti diffusi in Italia che non implicano un intervento urgente troviamo: Listeria monocytogenes in mazzancolle tropicali (Litopenaeus vannamei), cotti e refrigerati, dalla Spagna, con materie prime dal Venezuela.

Tra i lotti respinti alle frontiere od oggetto di informazione, l’Italia segnala: uso non autorizzato del colorante E 110 – Giallo tramonto FCF in mix di noci dalle Filippine. Questa settimana tra le esportazioni italiane in altri Paesi che sono state ritirate dal mercato l’Austria segnala nuovo alimento (novel food) non autorizzato (Artemisia annua); il Belgio segnala un’allerta per la presenza di micotossine (fumonisine) in farina di mais biologica Vajra della marca Demeter confezionata in Belgio, con materie prime provenienti dall’Italia (venduta in sacchetto di carta; Peso: 500 g; Lotto: 0420/260520; Data di scadenza 05/01/2021); la Slovenia segnala contenuto di zinco troppo elevato in alimenti dietetici completi per cani.
Confederazione dell’Industria Manifatturiera Italiana e dell’Impresa Privata

Sede


Via Tagliamento, 25
00198 Roma
06/86971894

Social