Paolo Agnelli al Governo Draghi: "Le PMI valgono il 73,8% del PIL, ci auguriamo una politica industriale adeguata"

"Buon lavoro al presidente Draghi e alla sua squadra di Ministri chiamati a fronteggiare contestualmente un'emergenza sanitaria e una, forse meno visibile, emergenza socio-economica con addosso gli occhi di tutta la Nazione e dell'Ue che attende un piano concreto e fattivo per valorizzare i fondi del Recovery Fund" così Paolo Agnelli presidente di Confimi Industria rivolgendosi al nuovo Governo.
 
 "Il professor Draghi ha ben in mente quali siano le priorità del nuovo Esecutivo e le ha già sintetizzate nel suo primo discorso al Quirinale, ci auguriamo quindi che si realizzino azioni pensate per la nostra realtà economica"."Non solo è necessaria ma oltremodo urgente una politica industriale a misura di pmi, realtà che rappresentano il 73,8 del nostro PIL e che occupano 16 milioni di lavoratori" chiosa il numero uno del manifatturiero italiano. "Lo ripetiamo da anni e speriamo che Draghi colga l'opportunità del Recovery per andare anche in questa direzione: l'Italia per tornare a crescere, ridurre la disoccupazione, favorire i consumi e quindi il mercato interno deve lavorare per ridurre, oserei dire eliminare, quei freni e quegli impedimenti che non rendono competitive le nostre piccole e media imprese: taglio delle accise sull'energia, riduzione del costo del lavoro, semplificazione burocratica".
Confederazione dell’Industria Manifatturiera Italiana e dell’Impresa Privata

Sede


Via Tagliamento, 25
00198 Roma
06/86971894

Social


Save
Cookies user preferences
We use cookies to ensure you to get the best experience on our website. If you decline the use of cookies, this website may not function as expected.
Accept all
Decline all
Analytics
Tools used to analyze the data to measure the effectiveness of a website and to understand how it works.
Google Analytics
Accept
Decline